Il Palazzo della Prefettura a Salerno, o Littorio

Il Palazzo della Prefettura a Salerno segna il cambio di stile nell’architettura dell’epoca fascista. La costruzione non costituisce un elemento di bellezza, ma storicamente ha la sua importanza per la città di Salerno. L’architettura fascista passa dallo stile neo classico a quello razionalista e questo Continua a leggere

Condividi

Salerno: ritrovata Chiesa di San Bartolomeo de Coriariis

Ecco un nuovo interessantissimo articolo sulla storia architettonica di Salerno da parte dell’amico Massimo La Rocca “Segnalatomi da un amico ingegnere, nel corso di recenti lavori di ristrutturazione di un Palazzotto nel Centro Antico di Salerno in Via Torquato Tasso al numero civico 58 sono Continua a leggere

Condividi

Palazzo Carrara a Salerno che ospitò San Francesco

Palazzo Carrara a Salerno è un edificio molto elegante e ben tenuto che si trova in uno slargo di Via Mercanti. La sua ubicazione, quasi di fronte a Palazzo Pinto, lo rende ancora più prestigioso. Ha origine sicuramente antica, ma l’attuale conformazione si può far Continua a leggere

Condividi

Area archeologica di Fratte a Salerno

L’Area archeologica di Fratte, etrusco-sannitica, è una scoperta relativamente recente. I primi rinvenimenti archeologici sono del 1879, durante la costruzione degli stabilimenti delle Manifatture Cotoniere Meridionali. Soltanto mezzo secolo dopo, nel 1927, in seguito al rinvenimento di frammenti di ceramica nella proprietà Mari, si iniziò, Continua a leggere

Condividi

Gli avori salernitani. Un tesoro unico al mondo

Gli avori salernitani rappresentano uno dei tesori più incredibili custoditi da mille anni nella nostra città. È possibile ammirare queste opere d’arte presso il Museo Diocesano di Salerno. Per la serie Salerno da vedere, le tavolette sono certamente una delle cose che nessun salernitano o Continua a leggere

Condividi

Museo Diocesano di Salerno e i suoi tesori

Il Museo Diocesano di Salerno intitolato a San Matteo è uno di quei luoghi che i salernitani danno per scontato, ma che in realtà pochi hanno visitato. Eppure rappresenta uno scrigno che contiene tesori di inestimabile valore, ed è un riferimento certo per la storia Continua a leggere

Condividi

Il palazzo della Banca d’Italia a Salerno

Il palazzo della Banca d’Italia a Salerno su Corso Vittorio Emanuele, risale agli inizi anni ’30 del ‘900. In particolare il progetto fu presentato nel 1928 e la costruzione ultimata nel 1932. Il progetto fu redatto dall’ufficio tecnico interno dell’istituzione bancaria. L’edificio sorse sul Corso Continua a leggere

Condividi

Palazzo Barracano a Salerno, simbolo del successo

Palazzo Barracano a Salerno, su Corso Vittorio Emanuele, è legato all’ascesa economica di una famiglia e allo sviluppo urbanistico della città. Dalla seconda metà dell’800 e gli inizi del ‘900 si cominciò a edificare sull’attuale Corso per collegare la stazione al centro della città. L’ascesa Continua a leggere

Condividi

Il Porto di Salerno, da Manfredi alla Stazione Marittima

Il Porto di Salerno è oggi una, anzi forse l’unica, azienda in città che funziona, fa fatturato e dà lavoro. Ma la storia del porto di Salerno è molto antica. La città fino al 1260 non ebbe mai un vero porto, ma era già uno Continua a leggere

Condividi

La chiesa di Santa Trofimena a Salerno

La chiesa di Santa Trofimena a Salerno è antichissima, ed è legata alla presenza degli amalfitani in città. Secondo le fonti, la chiesa è del IX secolo, in età longobarda. Sorge su largo Matteo D’Aiello, all’ingresso del rione Fornelle. Una chiesa per una notte sola Continua a leggere

Condividi