Area archeologica di Fratte a Salerno

L’Area archeologica di Fratte, etrusco-sannitica, è una scoperta relativamente recente. I primi rinvenimenti archeologici sono del 1879, durante la costruzione degli stabilimenti delle Manifatture Cotoniere Meridionali. Soltanto mezzo secolo dopo, nel 1927, in seguito al rinvenimento di frammenti di ceramica nella proprietà Mari, si iniziò, Continua a leggere

Condividi

Il Porto di Salerno, da Manfredi alla Stazione Marittima

Il Porto di Salerno è oggi una, anzi forse l’unica, azienda in città che funziona, fa fatturato e dà lavoro. Ma la storia del porto di Salerno è molto antica. La città fino al 1260 non ebbe mai un vero porto, ma era già uno Continua a leggere

Condividi

L’Arco di Arechi parte dell’antica reggia di Salerno

L’Arco di Arechi si trova all’imbocco della Via della Dogana Vecchia, prosecuzione della principale Via dei Mercanti, ed è uno dei più caratteristici del centro storico di Salerno. Esso era parte integrante dell’antica Reggia longobarda di Arechi II e, seppur oggi in condizioni di decoro Continua a leggere

Condividi

I miracoli della Madonna delle Grazie a Portanova

I miracoli della Madonna delle Grazie a Portanova, a Salerno, con la cappella a lei dedicata è uno dei luoghi più cari a molti salernitani. Sono però anche moltissimi che ne ignorano l’esistenza e la storia. Una passeggiata lungo l’elegante Corso Vittorio Emanuele, per la Continua a leggere

Condividi

Largo Montone e la sua fontana

Largo Montone e la sua fontana rappresentano uno squarcio molto suggestivo della Salerno da vedere. Situato nei pressi di Palazzo Copeta, al largo si accede da via Trotula de Ruggiero, ma anche da Via Tasso, attraverso via Intendenza Vecchia. Largo Montone è caratterizzato per la Continua a leggere

Condividi

Via Mercanti a Salerno, la Drapperia

Via Mercanti a Salerno, la Drapperia, come era chiamata nel Medioevo, è una delle strade più antiche della città. Oggi, come allora, è il cuore della città commerciale, e sempre come ieri sono le stoffe, o i vestiti, a farla da padrone. Intorno all’anno mille Continua a leggere

Condividi

Il lungomare di Salerno, il più bello d’Italia

Il lungomare di Salerno, (lungomare Trieste) per i salernitani, è come se fosse un monumento. La città non sarebbe quella che è senza la sua passeggiata sul mare. È il biglietto da visita per ogni viaggiatore che giunge a Salerno. Interamente pedonale, largo 30 metri Continua a leggere

Condividi

La fontana di don Tullio a Salerno, nella Villa Comunale

Parliamo della bellissima e misteriosa Fontana di don Tullio a Salerno nella Villa Comunale. Nel percorso della Salerno da vedere merita sicuramente una tappa, non fosse altro che per bere la sua acqua freschissima. La costruzione avvenne a spese di un certo Don Tullio da cui prese il nome. La Continua a leggere

Condividi

La Villa Comunale di Salerno, giardino dei ricordi

Salerno da vedere non può prescindere dalla Villa Comunale di Salerno. Nasce proprio di fianco al Teatro Verdi, Come se ne fosse parte, o viceversa. Da tutti è considerato il giardino della città, e così fu pensato da chi lo volle, nel 1870. Era il biglietto da visita della Continua a leggere

Condividi

Porta Nova a Salerno, l’unica porta rimasta

Porta Nova a Salerno, è l’unico portale monumentale di accesso alla città rimasto in piedi. L’opera risale al ‘700, ed è unica per la nostra città. Le altre porte sono state distrutte o inglobate nelle nuove costruzioni. Salerno da vedere passa inevitabilmente da questo luogo. Dalla porta si Continua a leggere

Condividi