L’ospedale di Salerno. Il primo era alle Fornelle

L’ospedale di Salerno ha una storia molto antica, che comincia con la famosa Scuola Medica Salernitana. La storia prestigiosa del San Giovanni di Dio, il primo dei due Ospedali cittadini, oggi riuniti, nacque nel fulgore della Scuola Medica. I più anziani ricorderanno, prima del “San Leonardo”, l’ospedale Continua a leggere

Condividi

Guaimaro IV di Salerno. Il grande principe dimenticato

Guaimaro IV di Salerno, il principe longobardo completamente dimenticato dalla città, fu in realtà uno dei più grandi regnanti longobardi del suo tempo.  Egli fu principe di Salerno (dal 1027) e di Capua (1038-1047), duca di Amalfi (dal 1039), Gaeta (1040-1041) e Sorrento (dal 1040) e duca di Puglia e Calabria (1043-1047). Morì a Salerno il 3 giugno del Continua a leggere

Condividi

Strage Brigate Rosse a Salerno, a Torrione l’assalto

La Strage delle Brigate Rosse a Salerno, il 26 agosto del 1982,fa parte della storia della nostra città. In molti, tanti, hanno dimenticato questo episodio, tragedia nostrana alla fine degli anni di piombo. Soprattutto tra i più giovani, questo episodio sembra completamente dimenticato, anzi mai conosciuto. Continua a leggere

Condividi

La battaglia della Carnale a Salerno

La battaglia della Carnale a Salerno è uno degli eventi che di sicuro hanno cambiato la storia della città e non solo. Fu combattuta dai salernitani, sotto la guida del principe Longobardo Guaiferio, contro un esercito saraceno.  Lo scontro avvenne proprio dove oggi sorge il Forte La Continua a leggere

Condividi

Il Gran Premio di Salerno come a Montecarlo

Il Gran Premio di Salerno di Formula 3, quanti sanno che in città negli anni ’50 si disputava una corsa automobilistica? Si trattava di un percorso cittadino, allestito di fronte al centro storico, sullo stile del Gran Premio di Montecarlo. Anche a quell’epoca Salerno aspirava Continua a leggere

Condividi

Salerno capitale, 5 mesi per l’Italia

Salerno Capitale, una definizione usata e abusata, spesso anche a casaccio. È sicuramente un vanto per la città, essere stata sede del Governo durante la guerra, dopo l’armistizio. Ma che cosa accadde davvero? Salerno dall’11 febbraio al 15 luglio 1944 fu sede provvisoria del governo italiano. Per Continua a leggere

Condividi

Il lungomare di Salerno, il più bello d’Italia

Il lungomare di Salerno, (lungomare Trieste) per i salernitani, è come se fosse un monumento. La città non sarebbe quella che è senza la sua passeggiata sul mare. È il biglietto da visita per ogni viaggiatore che giunge a Salerno. Interamente pedonale, largo 30 metri Continua a leggere

Condividi

La Villa Comunale di Salerno, giardino dei ricordi

Salerno da vedere non può prescindere dalla Villa Comunale di Salerno. Nasce proprio di fianco al Teatro Verdi, Come se ne fosse parte, o viceversa. Da tutti è considerato il giardino della città, e così fu pensato da chi lo volle, nel 1870. Era il biglietto da visita della Continua a leggere

Condividi

Porta Nova a Salerno, l’unica porta rimasta

Porta Nova a Salerno, è l’unico portale monumentale di accesso alla città rimasto in piedi. L’opera risale al ‘700, ed è unica per la nostra città. Le altre porte sono state distrutte o inglobate nelle nuove costruzioni. Salerno da vedere passa inevitabilmente da questo luogo. Dalla porta si Continua a leggere

Condividi

Il Masaniello salernitano, Ippolito da Pastina

Il Masaniello salernitano, da non confondersi con Masuccio Salernitano che era un novelliere, fu un rivoluzionario. Ippolito di Pastina, noto anche come Ippolito Pastina o Ippolito da Pastena animo la rivolta di Salerno del 1647 contro gli spagnoli. La ribellione durò solo un anno e fu soffocata nel sangue. Continua a leggere

Condividi