chiesa san filippo neri salerno

Chiesa di San Filippo Neri a Salerno: abbandonata

La piccola Chiesa di San Filippo Neri a Salerno potrebbe rientrare in quella serie di passeggiate della Salerno da vedere, se solo non fosse abbandonata a se stessa da anni.

È una chiesa rinascimentale che sorge nel rione Sant’Eremita del centro storico di Salerno. È situata poco più giù dei conventi di San Nicola della Palma San Lorenzo.

La Chiesa di San Filippo Neri a Salerno fu costruita verso la fine del XVI secolo e affidata ai Padri Cappuccini e fu intitolata alla Santa Croce.

Nel 1761 la congregazione dell’Immacolata Concezione di Maria Santissima e di S. Filippo Neri acquisì la cappella.

Nel XIX secolo la Chiesa di San Filippo Neri a Salerno finì in una xilografia pubblicata su “The Illustred London“. Un anonimo viaggiatore inglese era rimasto legato ed affascinato dalla vista che si godeva in quel luogo e dalla bellezza della chiesa.

La sua pianta, come poche chiese in Campania, è ottagonale.

L’interno è pregevole con stucchi ottocenteschi ed affreschi che raffigurano la vita di San Filippo Neri. È presente anche la statua del santo del 1778 dello scultore Giuseppe Manzo.

Sull’altare si trova un quadro che raffigura degli angeli sotto la croce di Cristo.

Oggi la chiesa, nonostante dei lavori di consolidamento statico da parte della soprintendenza nel 2010 è in completo stato di abbandono.

La speranza è che questo pezzo dell’antica Salerno, prima o poi trovi la sua destinazione. Non parliamo di un monumento che cambierà le sorti della città, ma i suoi locali potrebbero essere utilizzati a vantaggio della Comunità e del quartiere.

 

 

Condividi