Fontana dei Pesci di Largo Campo a Salerno

La Fontana dei pesci a Salerno, in Largo Sedile del Campo,  è certamente uno dei monumenti che caratterizzano la Salerno da vedere, e più conosciuti della città. Molti Salernitani la definiscono anche Fontana dei Delfini, e così è chiamata anche a discapito di quella posizionata in Piazza Flavio Gioia. Viene attribuita al Vanvitelli, lo stesso architetto della Reggia di Caserta per intenderci. Per tale motivo questo basterebbe per inserirla in un itinerario di cosa vedere a Salerno. È situata in uno dei luoghi simbolo della città antica, il Largo Sedile del Campo, e simbolo anche della moderna e chiassosa “Movida”, che troppo spesso ha poco rispetto per questa opera. Generazioni di bambini e non solo hanno bevuto a quell’acqua fresca, e continueranno a  farlo.

Le notizie storiche su questa fontana sono molto frammentarie, anche se già dal 1639 si ha notizia dell’esistenza di una fontana, che però non deve essere quella attuale. In ogni caso, in base alle varie ricostruzioni, sembra evidente che i diversi “pezzi” della fontana siano databili a epoche diverse.

L’aspetto monumentale con l’attuale elevato attaccato agli edifici privati deve essere avvenuto almeno intorno alla metà del XVIII secolo. L’insieme della fontana con il suo elevato assume una definizione formale almeno intorno alla metà del XVIII secolo, o subito dopo. Certamente successivi, di XIX secolo inoltrato o addirittura inizi XX, sono i due delfini in metallo che agevolano la presa d’acqua.

fontana dei pesci a largo campo

 

Condividi
ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish