Il quartiere Plaium Montis a Salerno

Quello denominato quartiere Plaium Montis a Salerno è certamente uno dei quartieri più antichi di Salerno. Risponde a pieno titolo alla domanda cosa vedere a Salerno. Ai piedi del Monte, riferito al Monte Bonadies, dove è situato il Castello Arechi.

La zona è caratterizzata da gradoni, rampe e salite, che portano dalla zona centrale alla parte più alta della città antica, quella dove è situato, ad esempio, il Giardino della Minerva.

Salerno da vedere

La zona, che comprende Via Tasso e gli storici palazzi Ruggi e Conforti, era abitata fin dall’epoca romana, ricordiamo che via Tasso era l’antico decumano maggiore di Salernum.

ConventoSanLorenzoLa nascita del quartiere è però da far risalire all’epoca longobarda. Precisamente fu il principe Guaiferio, che si trasferì in questa zona più difendibile rispetto al palazzo di Arechi, circa nel 860. Lo sviluppo urbanistico del quartiere si deve soprattutto alla costruzione di numerosi monasteri, conventi e chiese, e all’insediamento di numerosi ordini religiosi.

La soppressione degli ordini religiosi nel 1800, non alterò la fisionomia del quartiere Plaium Montis a Salerno. Ma gli antichi palazzi, cambiando destinazione d’uso, subirono forti e numerosi rimaneggiamenti.

C’è un bellissimo romanzo ambientato nella Salerno Medievale, nel quale sono descritti benissimo gli antichi quartieri della città: Il Regolo imperfetto di Carmine Mari

 

 

Condividi
ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish