Il tempio di Pomona di Salernum

Per la serie cosa vedere a Salerno, continuiamo a parlare della Salernum Romana con un accenno al Tempio di Pomona la dea romana dei frutti. Che a Salerno esistesse un tempio dedicato alla dea Pomona, è un’ipotesi suffragata dai fatti. Che si trovasse nel luogo che oggi chiamiamo tempio di Pomona, è però solo un’ipotesi. Nel muro perimetrale fu rinvenuta una epigrafe di ignota provenienza che ha dato adito a queste ipotesi. La lapide, situata tra la seconda e la terza monofora, ricorda una donazione di 50 mila sesterzi fatta da un certo Tito Tettenio Felice Augustale nel IV secolo d. C. e che consentì di realizzare i pavimenti in marmo, un ricco intonaco ed il frontone.

Il tempio dunque era presente, dove però non si sa bene, ma può darsi che fosse proprio dove lo collochiamo oggi. La città di Salerno, sede di diversi templi, ricevette il titolo di “Collegio degli Augustali” a dimostrazione della grande importanza che rivestì durante il periodo romano.

tempio di pomona

L’interno di questa sala è caratterizzato da una quindicina di colonne di stile ionico unite tra di loro da un arco gotico a sesto acuto. I capitelli, sempre di stile ionico, sono costituiti da quattro teste di donna, poi attribuite alla dea Pomona, e una lastra quadrata a coronamento del capitello formata da facce concave. È comunque quasi accertato che tali colonne, come i blocchi di travertino che formano la base del campanile del Duomo, provengano da Paestum, come materiale di spoglio.

Durante dei lavori di ristrutturazione del duomo, sono stati trovati resti di tempio romano. Potrebbero essere effettivamente quelle del tempio dedicato a Pomona?

(fonte Wikipedia)

Quindi possiamo inserire anche il tempio di Pomona nell’itinerario di Salerno da vedere

La maglietta celebrativa dalla città romana Salernum

Scopri come può essere tua e sostieni Salernodavedere

maglietta salernum

 

Condividi
ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish