Palazzo Santoro a Salerno e il suo stile Coppedè

Palazzo Santoro a Salerno non passa di certo inosservato agli occhi di chi fa una passeggiata salernitana lungo Corso Garibaldi o sul Lungomare. È uno dei pochi esempi del cosiddetto stile Coppedè presenti in Campania. L’altro si trova a Napoli, Palazzo Galli a Santa Lucia. L’edificio rappresenta infatti un elemento unico dell’architettura cittadina. A tal proposito, su una recente opera di restauro, si aperta perfino una vertenza legale che vede coinvolta la Soprintendenza. Nella Salerno da vedere è un vero e proprio monumento.

Ma chi era Coppedè?

Palazzo Galli a Napoli

Gino Coppedè, all’anagrafe Luigi Coppedè nacque a Firenze il 26 settembre 1866 e morì a Roma il 20 settembre 1927. Fu architetto, scultore e decoratore. Coppedè era un artista eclettico, sviluppò un suo stile ornamentale che coincise, nella scelta di alcuni motivi, con i caratteri più immediati dello stile Liberty.

Il progetto dall’architetto Matteo D’Agostino

La progettazione dell’edificio fu affidata all’architetto Matteo D’Agostino, che era amico e ammiratore di Coppedè. Il progetto fu accolto con entusiasmo dalla famiglia Santoro, che finanziava l’opera. C’era il bisogno di dare continuità al fronte edilizio di Corso Garibaldi. L’edificio, di dimensioni molto sopra la media della zona, fu realizzato tra il 1922 e il 1924. Per i critici, l’opera di Matteo D’Agostino per certi aspetti sembra addirittura aver superato il Maestro Coppedè.

Elementi unici di Palazzo Santoro a Salerno

Palazzo Santoro presenta gli elementi caratteristici dello stile Coppedè. C’è come il bugnato al piano terra, colonne, decorazioni, balconate e loggiate, torri, torrette, leoni ornamentali, fregi, decori, puttini. Quindi anche il caratteristico ed esclusivo grande cappello di copertura. Tali elementi trovano però una nuova ed originale sintesi nel Palazzo salernitano. Esso rappresenta un caso unico per dimensioni, (ben sette piani fuori terra più terrazze laterali sormontate da un torrino centrale), articolazione degli elementi ed esposizione, tanto da essere un autentico monumento che decora con la propria presenza il Lungomare cittadino.(da Wikipedia)

Condividi
ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish