Siconolfo il primo principe di Salerno

Siconolfo il primo principe di Salerno è colui che può fregiarsi di questo titolo tra i tanti principi longobardi che lo precedettero. La sue elezione fu uno dei punti nodali della Storia di Salerno.

I precedenti, infatti, erano principi di Benevento, città alla quale Salerno era sottomessa. Anche se Arechi II aveva trasferito la sua corte a Salerno, restava Benevento la capitale del principato.

Salerno ha sempre mantenuto una certa autonomia rispetto a Benevento, ma dipendeva pur sempre da quella città.

Siconolfo il primo principe di Salerno

Era l’839 quando il principe di Benevento Sicardo fu assassinato da Radelchi, che fu proclamato principe di Benevento. Il popolo di Salerno, contrario all’ascesa di Radelchi e stanco di essere sottomesso alla città di Benevento, proclamò suo principe il fratello di Sicardo, Siconolfo.

Tra Radelchi e Siconolfo scoppiò una violenta e lunga guerra, che coinvolse anche i mercenari musulmani.

L’intervento dell’imperatore

La guerra durò più di dieci anni e fu molto cruenta, soprattutto per opera dei musulmani, che depredarono e distrussero chiese e villaggi. Siconolfo ottenne una grande vittoria su Radelchi nell’843. Ma per porre fine alla guerra ci fu bisogno dell’intervento dell’imperatore Ludovico II.

Nasce il Principato di Salerno

Nell’851 fu sancita la divisione dei territori del Principato di Benevento, quindi nacque il Principato di Salerno.

Siconolfo fu confermato principe di Salerno dallo stesso imperatore. Il nuovo principato comprendeva, fra le altre, le città di Taranto, Cassano, Cosenza, Paestum, Conza, Sarno, Cimitile, Capua, Teano e Sora. Nell’inverno di quello stesso anno, però, ferito (o colpito da violenta febbre secondo altri) durante una battuta di caccia, Siconolfo morì e il trono di Salerno fu ereditato dal figlio Sicone.

Condividi
ArabicChinese (Simplified)DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish